fbpx
RichiediDisponibilità
Arrivo Partenza
Camera
Adulti

Gite nel bosco con i bambini: conoscere la natura in Trentino

Il valore educativo della nostra animazione in hotel

Quali animali vivono nel bosco? Quali alberi crescono in montagna? Come ci si comporta nella foresta? Mentre sono in vacanza all’Hotel Tirol, i tuoi bambini non dovranno studiare sui libri per imparare qualcosa di nuovo. L’unica cosa di cui avranno bisogno è tanta curiosità e una buona dose di spirito d’osservazione. La nostra animazione prevede, una volta a settimana, un’uscita nella natura in compagnia di un guardiaboschi di fiducia, che ci guiderà alla scoperta dei segreti nascosti della foresta, sotto alle foglie e in mezzo alle fronde. Pronti per l’avventura?

Zainetti in spalla, borracce piene e scarponcini comodi, ci troveremo con il guardiaboschi nel piazzale dell’hotel. Partiremo verso le 16:30 per un mini-trekking, un’escursione a portata di bambino, fra i boschi nei dintorni di Montesover. Qui siamo a 1100 metri di quota, la foresta della val di Cembra è rigogliosa e vivace, rappresentativa della flora e della fauna del Trentino. Forse non lo sai, ma le foreste in Trentino coprono il 63% dell’intera superficie provinciale!

Il custode forestale ci spiegherà in cosa consiste il suo lavoro (lo dice il nome stesso) e ci darà consigli e suggerimenti per conoscere il bosco nel rispetto dell’ambiente. Vedremo quali piante crescono in montagna, capiremo come si contano gli anni di un albero e proveremo a riconoscere le varie essenze di legno. Sapevi che per fare l’albero di Natale si utilizza per tradizione l’abete rosso, anche se spesso viene chiamato pino? E che esiste anche l’abete bianco?

Oltre alle piante e agli alberi, andremo alla ricerca dei fiori di montagna: non potremo raccoglierli a nostro piacere perché alcune specie di fiori sono protette. C’è un vero e proprio divieto di raccolta e il numero di steli che possiamo staccare è limitato! Il nostro guardiaboschi conosce bene la normativa e ci spiegherà come dobbiamo comportarci per tutelare l’ambiente (e non rischiare multe).

Come piccoli esploratori, cercheremo poi le tracce degli animali selvatici. Da come possiamo capire che nei dintorni c’è uno scoiattolo? Quali sono i sentieri percorsi dalle lepri? Che tipo di impronte lasciano i caprioli? Con un po’ di fortuna, anche i tuoi bambini scoveranno i segni lasciati da un animale del bosco. E se il periodo è favorevole, potremmo anche trovare qualche fungo nel sottobosco. Ma attenzione! Non tutti i funghi sono commestibili, alcuni sono addirittura velenosi. Non devi preoccuparti però se il menu della sera prevede funghi: tutto quello che viene cucinato dal nostro chef è sicuro e ha il sapore autentico delle montagne trentine.

Chiuderemo la nostra piccola avventura per tornare all’Hotel Tirol in tempo per la cena. Ma soprattutto ci conviene lasciare il bosco prima del calar del sole, se non vogliamo imbatterci nell’om dei tèrmen, l’uomo dei confini. Conosci questa leggenda, che gli anziani raccontavano ai fanciulli durante il filò nelle stalle?

Tanti anni fa, viveva a Montesover un uomo molto avido e astuto. Per impossessarsi di nuovi terreni senza doverli acquistare, sgaiattolava dalla sua casupola di notte per spostare di nascosto i térmen, i cippi di pietra che segnavano il confine tra una proprietà e l’altra. Talmente numerosi furono i cippi che fece sparire in vita che, quando morì, per castigo divino fu condannato a recuperarli a uno a uno e trasportarli là dove li aveva presi. Ancora oggi, nelle notti di luna piena, puoi sentire una voce lamentosa provenire dalle boscaglie: “El pesa, el pesaaa..!”. È l’om dei térmen, che vaga senza pace tra i boschi e i pascoli attorno al paese per rimettere al suo posto ognuna delle pesanti pietre che aveva spostato.